“Le mie arti nutrono” POESIA di Al. Tallarita

Le mie arti nutrono
La parte
Di me che piu ha fame
Contemplo la realta’ e testimonio
La sua verità
E la fotografia danza
… Dipingo le spoglie della rossa cipolla
che forma il reale
E contemplo
Silenziosa il non visto
DanzoLe forme che dipingo
Danzo le forme delle note
Che plasmo
Attraverso la mia voce
Che mi rappresenta e parla di me
Al mio io
Del mio se
al.

 

cosa?
davvero?
non credo
emhh si…
di certo sei al tempo giusto al momento giusto
solo senti tutto torna
… il tempo che del tempo tuo rispetti
credi cerchi
e vivi
ora vivi
in quanti istanti hai desiderato quanto ora in vero vivi?
forse miliardi di volte
ed ora c’è
e cosa fai..
cosa?
davvero?
non so..
vedo..
di certo ora sei
solo
sento sottile
il silente andare di un pensiero
tagliente
è freddo
questo calore a cui
mi poni innanzi
e vivi ora vivi
e piangi ora piangi
cosè?cosa?
questo
cosa ora?
cosa?
rosa posa
cosa?
niente ….
dormi..

al.

 

.pepe nell’anima
strisce di verde
così il tutto pari
al tutto del nulla la polvere..
la sabbia..dove segnare
un attimo le mani
due
ferme taglienti
come mari amari e rossi
di lucido sangue…

al.

 

la crisi all’orizzonte
ha la forma e il volume
di un nero pensiero
sei forse così anche entusiasta
a sostegno cieco
miope
taci
senza se senza ma
taci
hai sbagliato?
… entusiasta
di paura elastica
vedi credi
scrivi taci
taccio
è ora.
esco.

al.

UNO

come uno sia
talora anche forse no
l’ideale
posto
… onirico sogno
ancestrale culla
ridente
eden
uno sia
il dubbio
la risposta l’andare
e l’essere
uno sia
il dire
l’avere
il non possesso
il dono
uno e uno soltanto
sia l’io
e il tu
ed il noi
metamorfosi di un io allargato..

al.

 

 

 

 

 

 

 

ascolta…
e tutto è suono
guarda
e stai attento a vedere…
taci a nel silenzio udirai il mondo
dammi le tue mani
e le mie lacrime saranno brillanti sui tuoi palmi
cercami
quando saprai d’esser arrivato
dentro te …
… li dove il buio è così fitto
assapora nella solitudine
quel sapore dolciastro e amaro
dei miei baci
ridi di te
e dei tuoi errori
perdonati
figlio e padre
buio e luce
tu che la battaglia accogli
e la cerimonia celebri.
al.

 

Pubblicato da annaluanatallarita

Scrittrice, cantante jazz, filosofa antropologa. Artista e designer. Anna Luana è la figura rinascimentale dell'artista a tutto tondo.Curiosa delle sfaccettature umane, ne ha intervistato, scovato ed elaborato le potenzialità i segreti le eccentricità, le normalità e le naturalità. Docente universitaria a Lisbona, è docente a contratto anche nelle scuole italiane secondarie superiori, per varie discipline, (lettere classiche, filosofia, design, musica..) quest'anno a Milano. Philosophy Doctor, ha conseguito il primo dottorato di ricerca con una tesi sulla volontà di potere e le sue manifestazioni sociali architettoniche e di design. Plurilaureata è un intellettuale e tutto tondo, italo portoghese, viaggiatrice e attenta, analista politologa della società contemporanea. Il Suo ultimo libro: Il potere del potere, tratta delle tematiche del potere e delle sue manifestazioni materiali, a dicembre sarà in uscita il nuovo libro sul : potere della comunicazione. Non si fa mancare le produzioni artistiche, infatti nel 2019 esce il suo 6 disco di jazz: Eva, con liriche scritte e composte da lei e magistralmente suonate da i musicisti A.Rea D.Rosciglione L.De Seta. e un un singolo pop, con video di domenique Carbone: La notte imprevedibile.oltre a mostre fotografiche e pittoriche. www.annaluanatallarita.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: