Pontida ieri.. Oggi

L’Italia nel mondo è simbolo di cultura, una cultura propria, sedimentatasi nel tempo, un frutto  di elaborazioni sociali, storiche, di lotte. I turisti arrivano perché vogliono vedere  i simboli che questa grande cultura ha lasciato in un territorio straordinariamente unico per rappresentazioni architettoniche e culturali, da nord a sud e isole. Cercare di costruire un migliore futuro su radici solide, laddove la democrazia del paese trovi la sua rappresentanza naturale è importante. E il popolo italiano in questo momento deve poter ritrovare la sua identità per sentirsi italiano, di avere delle radici culturali, storiche, naturali a cui potersi rivolgere mentalmente e fisicamente e riscattarlo. Si è sempre lottato tutti i popoli anche europei lo hanno fatto. E l’Europa non può dimenticare il suo passato storico, deve ricordarlo dando importanza a ogni singolo stato e nazione che la compone e non negarle in nome di ragioni economiche. Che facciano il favore di tutt’ altri signori anche sopra la pelle di immigrati, che per il numero incontrollato, si ritroveranno non solo a sovrastare le terre europee, ma anche a non poter avere la possibilità di lavorare. E questo comprometterà il futuro sereno e del lavoro degli italiani così come degli altri Stati. Perché tutto deve essere controllato e in ordine, anche il processo migratorio e non facilitato a questi livelli di incoscienza, portatrice del guadagno di economie senza scrupoli. Inoltre l’importanza delle Nazioni, l’importanza dei Confini, è qualcosa che va ha ricordato e confermato.  Un’integrazione con gli altri, anche con gli altri Stati europei, nasce dal rispetto delle proprie radici, delle proprie origini, là dove ci sono le sementi della cultura che contraddistingue ciascuno dei nostri popoli. E dalle radici é necessario ripartire per costruire il futuro. L’Italia ha bisogno di una voce, con cui esprimersi, e questa voce la ritrova a Pontida con Salvini. E la dispiega in quello che viene definito: populismo ingiustamente intesa come se fosse una parola estranea al popolo stesso e alla cultura pop. E allora dovremmo negare anche la bellezza di Andy Warhol! E come ovvio non possiamo farlo e così come non possiamo neanche negare la forza e la purezza del popolo. Che deve esprimersi, guidato da una classe dirigente atta a fare il meglio per il paese che rappresenta. Costituendo un futuro sano, che porti lavoro, che affronti, regoli e disciplini l’immigrazione. L’incontro con l’altro, in una nuova realtà liquida, perché se ci sono regole e disciplina tutto diventa più semplice. All’interno di una vita sociale possibile  per ogni cittadino. Ma se una nazione viene svenduta, a poteri e necessità internazionali, è molto più complesso. Così si riparte, per la maggioranza degli italiani, dunque tra migliaia di persone dove il leone alato marciano incontra i quattro mori sardi. E’ un viaggio enorme tra i volti della gente quella che finalmente vuole stare dentro alla politica. Che non si chiama più fuori, non delega più alla casta, che si lega alle poltrone dei palazzi  lasciando le briciole delle brioche al popolo, per governare. Oggi la gente vuole dire la sua e su quel prato lo ha gridato forte.
Al. Tallarita

Pubblicato da annaluanatallarita

Scrittrice, cantante jazz, filosofa antropologa. Artista e designer. Anna Luana è la figura rinascimentale dell'artista a tutto tondo.Curiosa delle sfaccettature umane, ne ha intervistato, scovato ed elaborato le potenzialità i segreti le eccentricità, le normalità e le naturalità. Docente universitaria a Lisbona, è docente a contratto anche nelle scuole italiane secondarie superiori, per varie discipline, (lettere classiche, filosofia, design, musica..) quest'anno a Milano. Philosophy Doctor, ha conseguito il primo dottorato di ricerca con una tesi sulla volontà di potere e le sue manifestazioni sociali architettoniche e di design. Plurilaureata è un intellettuale e tutto tondo, italo portoghese, viaggiatrice e attenta, analista politologa della società contemporanea. Il Suo ultimo libro: Il potere del potere, tratta delle tematiche del potere e delle sue manifestazioni materiali, a dicembre sarà in uscita il nuovo libro sul : potere della comunicazione. Non si fa mancare le produzioni artistiche, infatti nel 2019 esce il suo 6 disco di jazz: Eva, con liriche scritte e composte da lei e magistralmente suonate da i musicisti A.Rea D.Rosciglione L.De Seta. e un un singolo pop, con video di domenique Carbone: La notte imprevedibile.oltre a mostre fotografiche e pittoriche. www.annaluanatallarita.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: