La calda questione libica fa muovere la Russia.

IMG_20191108_214835

La calda questione libica fa muovere la Russia.

Che conferma la sua presenza, attraverso i suoi eserciti mercenari. Dunque una proiezione del potere russo sottolineato da un deciso intervento militare in Siria. Un ‘esercito privato’ legato al presidente russo Putin che combatte in prima linea nella guerra libica. Anche se il portavoce di Putin: Dmitry Peskov ha dichiarato di non avere informazioni sui mercenari in Libia.

Ma chi sarebbero questi mercenari?

Più di 100 mercenari del gruppo Wagner  appartenenti a quei gruppi di ‘combattenti a contratto’ con a capo Yevgeny Prigozhin.

Una querra rapida tecnologica, le parti si attaccano a vicenda con droni armati. Forniti e gestiti dalla società Baykar Insansiz Hava Araci Sistemleri, di proprietà della famiglia del presidente turco Erdogan.

I mercenari, hanno fornito a Haftar un  supporto di artiglieria, sostengono fonti diplomatiche.

Ma chi è Evgenij Prigozhin? È  l’ ‘attore chiave nella politica estera espansiva russa’: ricordiamo che la società  accusata di interferenze russe nelle elezioni statunitensi è sua. I suoi ‘assoldati a pagamento’, sono arrivati ​​a una base avanzata in Libia nella prima settimana di settembre, per sostenere l’assalto del forte orientale di Khalifa Haftar alla capitale Tripoli. Che ha l’Egitto, Emirati Arabi Uniti e Arabia Saudita dalla sua. Contro il governo, riconosciuto dalle Nazioni Unite a Tripoli di Fayez Al Sarraj, col beneplacido di Turchia e Qatar. Una sanguinosa guerra, guardata a distanza dalla vecchia Europa. La presenza di tali mercenari, la cui comprova della presenza, qui viene dal ritrovamento di documenti appartenuti a ‘civili’ russi, nei campi di battaglia, si riscontrerebbe anche in Siria, probabilmente col fine di far cessare,la guerra civile. E in altri luoghi, impegnati per la sicurezza o l’addestramento alle armi. La Libia ha subito un mal gestito embargo sulle armi delle Nazioni Unite dal 2011, con Turchia, Russia, Stati Uniti, Egitto, Francia sostenitori di ambo le parti della guerra civile. Questo schieramento interventista di Prigozhin, nella guerra libica, viene a ridosso della conferenza di pace di Berlino. Finalizzata al tentativo del ‘cessate il fuoco’.

Fonte

https://www.google.com/amp/s/www.bloomberg.com/amp/news/articles/2019-09-25/-putin-s-chef-deploys-mercenaries-to-libya-in-latest-

adventure

La Russia, prosegue la sua offensiva in Libia, impegnata in una guerra civile dal 2011 dopo il volontario omicidio di Muammar Gheddafi e l’intervento militare di Francia e Stati Uniti, per confermare la propria influenza in Medio Oriente e in Africa. Approfittando delle tempistiche d’attacco da parte di Haftar contro Tripoli, ibrussi intervengono a nome di Hifter, appoggiato dagli Emirati Arabi Uniti, dall’Egitto, dall’Arabia Saudita e in parte dalla Francia. E sono ben visti per la repressione dei militanti nonché per il ritorno di un ordine autoritario e il controllo della politica dell’Islam Così come è stato per la Siria, come afferma Bashagha, ministro degli interni del governo provvisorio di Tripoli. Dove sempre la società Wagner ha cutato l’intervento militare, dopo Venezuela e Repubblica Centrafricana. In una guerra tecnologica, fatta di droni e strategie, introducendo jet avanzati, attacchi missilistici coordinati, artiglieria e cecchini di precisione. In un territorio però importante per il petrolio. E d’altro canto infuocato per la presenza di cellule ISIS e da cui dipende la sicurezza europea.  A seguito dell’azione di solo finanziamento,  questa scelta della Russia, mira ad influenzare il risultato di questa ‘voluta’ guerra civile in Libia.

IMG_20191108_214835.png

Pubblicato da annaluanatallarita

Scrittrice, cantante jazz, filosofa antropologa. Artista e designer. Anna Luana è la figura rinascimentale dell'artista a tutto tondo.Curiosa delle sfaccettature umane, ne ha intervistato, scovato ed elaborato le potenzialità i segreti le eccentricità, le normalità e le naturalità. Docente universitaria a Lisbona, è docente a contratto anche nelle scuole italiane secondarie superiori, per varie discipline, (lettere classiche, filosofia, design, musica..) quest'anno a Milano. Philosophy Doctor, ha conseguito il primo dottorato di ricerca con una tesi sulla volontà di potere e le sue manifestazioni sociali architettoniche e di design. Plurilaureata è un intellettuale e tutto tondo, italo portoghese, viaggiatrice e attenta, analista politologa della società contemporanea. Il Suo ultimo libro: Il potere del potere, tratta delle tematiche del potere e delle sue manifestazioni materiali, a dicembre sarà in uscita il nuovo libro sul : potere della comunicazione. Non si fa mancare le produzioni artistiche, infatti nel 2019 esce il suo 6 disco di jazz: Eva, con liriche scritte e composte da lei e magistralmente suonate da i musicisti A.Rea D.Rosciglione L.De Seta. e un un singolo pop, con video di domenique Carbone: La notte imprevedibile.oltre a mostre fotografiche e pittoriche. www.annaluanatallarita.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: